Ottava tappa – Urupia, Puglia

Arrivare a Urupia è un po’ come entrare in contatto con un mito: una comune libertaria, un’azienda agricola biologica, ora anche una scuola libertaria. Un’utopia concreta che esiste da tanto tempo, di cui a Bologna conosciamo bene i prodotti. Vedere il posto che ospita le vigne, conoscere le produttrici è parte dell’esperienza di assaporare il vino. Come camminare sulla faccia nascosta della luna.

dittico gcthebook urupia michele

Ogni realtà che abbiamo visitato meritava più tempo, ma questa esigenza appare elevata all’ennesima potenza a Urupia. In pochi giorni conosciamo tantissime persone. Giorni di raccolta delle olive, per altro, intensi per le comunarde e per gli ospiti. Tanti ospiti e amici passano da Urupia, persone che sperimentano il lavoro in campagna, che cercano un’alternativa. Tanti giovani, tante donne. Studenti e videomaker, gente dei dintorni o arrivate fin da Berlino.
Il profumo del forno e dell’olio nuovo, il sole, il primo sole di questo viaggio dentro l’autunno del Sud, ma anche umidità e pioggia. Ulivi secolari, fichi d’India, cime di rapa giganti, tanti pannelli solari, panni stesi, pranzi e cene collettive, riflessioni sull’agricoltura, sull’influenza tra processi produttivi, proprietà della terra, organizzazione sociale del lavoro.
dittico gcthebook urupia sara
Dopotutto, non sono un bel paesaggio – documentario a cura di Emiliano Monaco.
– http://vimeo.com/unaklar  Ella Pugliese, videomaker 
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...